D. Juan Linz Premio Europeo Amalfi per la Sociologia e le Scienze Sociali 2010

Publicado el 2 de junio de 2010 a las 00h. y 00m. por Charo Llera en General

La Estampa, 1 de junio de 2010

Il premio europeo Amalfi per la Sociologia e le Scienze Sociali per il 2010 è stato assegnato per la Sezione “Un libro per l’Europa” al volume di Gérald Bronner, La pensée extrême. Comment des hommes ordinaires dewviement des fanatiques (Paris, Denoël, 2009) e per la sezione «Classci della Sociologia Contemporanea al sociologo spagnolo Juan Linz in occasione della pubblicazione dei primi due volumi di sue Obras Escogidas (Madrid, Centro de Estudios Politicos y Constitucionales, 2008).

Il Comitato scientifico del Premio ha preso le sue decisioni a maggioranza, dopo attente valutazioni lo scorso 7 aprile.

Nell’opera di Bronner il Comitato ha riconosciuto un importante contributo alla conoscenza della formazione e della manifestazione della mentalità radicale ed estremista che spinge individui apparentemente ordinari a compiere gesti estremi pur di affermare un’idea assunta come bene in assoluto. Conoscere le origini e i fondamenti di questo atteggiamento, spiega Bronner può aprire la strada a un percorso arduo ma necessario di “disincantamento del pensiero estremista”.

Nell’attribuire un importante riconoscimento a Juan Linz il Comitato Scientifico ha voluto onorare il suo costante impegno scientifico e i suoi preziosi contributi alla sociologia politica europea con le sue acute analisi sui regimi autoritari e sulla formazione della nazione e del nazionalismo nello Stato moderno. Su questi temi l’opera di Linz è stata un costante punto di riferimento in Europa per un dibattito serio e rigoroso, ricco di stimoli e di incitamenti volti anche a evitare nuove forme di totalitarismo. L’opera di Juan Linz fa onore non solo alla sociologia spagnola ma costituisce una ricca fonte di insegnamento per lo sviluppo della scienza politica nei paesi occidentali.